Rassegna Stampa: intervista ad Andrea Pietropaoli

A maggio Roma si scopre equa e solidale

7 maggio 2012

di Tommaso Ulivieri (www.fuorilemura.com)

Il 12 maggio, in occasione della Giornata Mondiale del Commercio Equo e Solidale, prenderà il via una serie di eventi che farà conoscere ai romani una realtà ancora in cerca di espansione

Anche quest’anno, per i cittadini romani il mese di maggio diventa un’occasione per entrare in contatto con il mondo del Commercio Equo e Solidale. Come dodici mesi fa, la Cooperativa Pangea Niente-Troppo festeggerà, il prossimo 12 maggio, la Giornata Mondiale del Commercio Equo e Solidale, inserita all’interno della cornice del Festival del Mediterraneo, con un programma che si snoderà nel corso di tutto il mese. Maggio si trasforma così in un mese in cui scoprire più da vicino una realtà che, nonostante mille difficoltà, si sta affermando anche nel nostro paese. A raccontarci nel dettaglio il programma e i temi principali degli eventi organizzati dalla Cooperativa è stato Andrea Pietropaoli, responsabile comunicazione di Pangea Niente-Troppo.

La Giornata Mondiale e il Festival del Mediterraneo, saranno tanti gli eventi in programma. Cosa avete organizzato quest’anno?

A differenza dello scorso anno la Giornata Mondiale sarà collegata ad un’iniziativa più ampia, il Festival del Mediterraneo, cofinanziato dalla Commissione Europea grazie al progetto FRAME (Fair and Responsible Action in the MEditerrean). In particolare ci saranno tre appuntamenti nel corso del mese di maggio, contornati da attività collaterali. La prima data sarà quella del 12 maggio, giorno in cui, presso il Centrale Ristotheatre, festeggeremo la Giornata Mondiale del Commercio Equo e Solidale. La serata si aprirà con diverse compagnie che ci guideranno in un tour virtuale del Mediterraneo con spettacoli didanza del ventre, sirtaki e flamenco. La Cooperativa offrirà un cena a base di prodotti biologici provenienti dal Mediterraneo e a fine serata ci sarà spazio per l’intervento di Eugenio Bennato in trio.
Il secondo appuntamento da ricordare sarà il 17 maggio, quando presso il Teatro Aurelio, in collaborazione con altre Cooperative di Commercio Equo, andrà in scena lo spettacolo del comico di Zelig Diego Parassole, “Che Bio ce la mandi buona”. Il Festival si concluderà il 25 maggio al Brancaleone con una mostra fotografica del viaggio in Marocco compreso nel Progetto FRAME e con il concerto della band romana Otto Ohm. 
Inoltre, in tutti gli eventi in programma, saranno organizzati desk informativi sulla nuova campagna del consorzio Altromercato “Io.Equo” che verrà lanciata ufficialmente il 12 maggio.

Quali sono gli obiettivi principali della campagna “Io.Equo”?

La campagna nazionale promossa da Altromercato punta al ritorno verso un economia reale dopo che le conseguenze della finanziarizzazione dell’economia si sono fatte sentire sia nel mondo occidentale, con recessione e disoccupazione, ma soprattutto tra i paesi in via di sviluppo, dove l’aumento dei prezzi delle materie prime ha avuto effetti devastanti. Per questo il nostro proposito è di seguire e diffondere alcuni principi fondanti del commercio equo che possono rappresentare un’alternativa credibile alla crisi attuale: la trasparenza della filiera, il rispetto dei lavoratori e dell’ambiente, la tracciabilità dei prodotti e l’attenzione alla biodiversità delle materie prime. Nel corso della campagna la fase iniziale sarà rivolta all’agricoltura, uno dei settori maggiormente colpiti dalla crisi globale. Inoltre il 12 maggio, oltre agli eventi in programma, saremo a Largo Argentina per distribuire, a chiunque fosse interessato, materiale informativo e una cartolina rivolta al primo cittadino di Roma, Gianni Alemanno, per richiedere maggiori spazi da dedicare al Commercio Equo nel territorio romano.

Nell’anno trascorso, cosa è successo al Commercio Equo? È un settore che ha risentito della crisi?

Il Commercio Equo è uno dei settori che, nonostante tutto, è riuscito a mantenere un’importante fetta di mercato. Questo perché chi sceglie il Commercio Equo lo fa a prescindere dalle proprie difficoltà economiche. Noi, per cercare di venire incontro ai consumatori, abbiamo aderito alla campagna “Sosteniamo la spesa”, con cui ogni mese abbiamo messo in offerta un paniere di beni per facilitarne l’acquisto. I dati dimostrano quanto lavoro ci sia ancora da fare: in un anno un cittadino italiano spende mediamente 180€ per il caffè, mentre ne spende solo 3€ per i prodotti di Commercio Equo. Esiste ancora un’ampia porzione di consumatori da coinvolgere e dobbiamo impegnarci in questo senso.

Questo è lo stato di salute del Commercio Equo dal lato dei consumatori, ma quali sono stati gli effetti della crisi per i produttori?

Inevitabilmente la crisi finanziaria ha colpito in primis le materie prime aumentandone i prezzi. L’effetto è stato un leggero aumento dei nostri prodotti perché uno dei principi del Commercio Equo è la garanzia di una giusta retribuzione dei produttori sui quali non ci sono conseguenze dirette derivanti dalla variazione dei prezzi. Proprio per questo motivo, durante il viaggio che abbiamo fatto in Marocco all’interno del progetto FRAME, abbiamo avuto modo di constatare come, da parte dei produttori, continuino ad arrivare richieste di ampliare il mercato per finanziare nuovi progetti.

Questi e molti altri saranno i temi trattati negli eventi che avete organizzato. Chi volesse seguirvi ed approfondire i temi della Campagna come fa?

Molte informazioni si possono trovare sul nostro sito www.commercioequo.org. Quest’anno abbiamo creato un blog appositamente per seguire il Festival dove potrete trovare approfondimenti, notizie sulla Campagna, backstage e tanto altro. Invito comunque i vostri lettori a partecipare alle nostre iniziative perché saranno divertenti e al tempo stesso formative. La partecipazione, in effetti, è fondamentale, perché coltivando tutti insieme un’altra economia è davvero possibile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...