IO.Equo – coltiviamo un’altra economia

E’ finalmente partita la nuova campagna di sensibilizzazione “IO.Equo”, promossa dal consorzio Altromercato e che ci accompagnerà fino a tutto il 2013.

Una campagna che riporta al centro dell’attenzione un’economia reale, concreta, tangibile, un’economia fatta dalle persone per le persone.

Abbiamo visto come, negli ultimi anni, la finanziarizzazione dell’economia internazionale ha provocato gravi conseguenze e avuto pesanti ripercussioni tanto nei paesi occidentali, con la crisi economica e il precariato del lavoro, quanto nei paesi del sud del mondo, dove le speculazioni borsistiche sulle materie prime agricole hanno trascinato milioni di contadini e artigiani di Asia, Africa e America Latina nella povertà.

Torniamo quindi ad un’economia reale, basata su valori quali la trasparenza dei prodotti, la tracciabilità della filiera, il rispetto dei diritti dei lavoratori e dell’ambiente.

Ecco dunque due filmati in cui si spiegano a grandi linee le ragioni di una nuova campagna nazionale, anche attraverso la voce di testimonial d’eccezione e vi diamo appuntamento a domani con il Festival del Mediterraneo.

Io.Equo…. e tu?

Annunci

il Commercio Equo a Roma

Pangea-Niente Troppo è una Cooperativa Sociale, organizzazione senza fini di lucro, il cui scopo è diffondere il Commercio Equo e Solidale, la Finanza Etica e il Turismo Responsabile come strumenti di cooperazione e di tutela dei diritti umani.

Pangea-Niente Troppo opera a Roma e provincia, dove gestisce sei Botteghe del Mondo, negozi specializzati in prodotti del Commercio Equo e Solidale e della finanza etica, in cui trovare non solo merci, ma idee e spunti di riflessione sullo sviluppo sostenibile, sulla giustizia sociale ed economica, sul consumo responsabile.

Pangea-Niente Troppo porta avanti una serie di servizi per privati ed aziende: regalistica aziendale, catering e coffee break, distributori automatici food&drink, macchinette di caffè a cialde in comodato d’uso gratuito. Inoltre ha da poco lanciato il progetto wedding planner per offrire ai futuri sposi un matrimonio equosolidale, con bomboniere, partecipazioni, liste nozze e viaggi di nozze.

Pangea-Niente Troppo svolge attività culturali e di educazione allo sviluppo: pubblicazione di materiali info-educativi, anche con il sostegno della Commissione Europea; proposte alle scuole di ogni ordine e grado di percorsi ed itinerari didattici; organizzazione di corsi di formazione per insegnanti ed educatori e per operatori di Botteghe, incontri e seminari per il pubblico in generale, eventi ed iniziative; promozione e sostegno a campagne di sensibilizzazione e boicottaggio.

Per maggiori informazioni: www.commercioequo.org

Per sostenere la nostra cooperativa, per diffondere il Commercio Equo e Solidale a Roma e per dare accesso al mercato a milioni di contadini e artigiani del Sud del Mondo scegli di devolvere il tuo 5×1000.

Non si tratta di un’imposta aggiuntiva, né di un sostituto dell’ 8×1000, ma di un modo per scegliere a chi destinare parte delle proprie tasse. Destinare il 5×1000 a Pangea-Niente Troppo è semplice e rappresenta un contributo concreto per supportare il nostro lavoro.

Codice fiscale: 0460 122 1007

Image

Festival del Mediterraneo….si parte!

Inizia domani il Festival del Mediterraneo, tre date di musiche, danze, mostre e cucina. Sempre domani, sabato 12 maggio verrà lanciata a livello nazionale la campagna Altromercato “Io.Equo – coltiviamo un’altra economia”. (info: ioequo.it).

Tante le attività in programma:

Sabato 12 Maggio dalle 19,30 – Centrale Ritotheatre – via Celsa 6 – aperitivo a buffet – spettacoli di danza del ventre, flamenco, sirtaki – concerto di Eugenio Bennato Trio – DjSet – ingresso 10,00€ – no prenotazioni

Giovedì 17 Maggio alle 21,00 – Teatro Aurelio – largo San Pio V – Spettacolo “Che bio ce la mandi buona” – di e con Diego Parassole – ingresso a sottoscrizione

Venerdì 25 Maggio – Brancaleone – via Levanna 11 – Mostra fotografica “Profondamente Marocco” – Concerto degli Otto Ohm – ingresso 8,00€

Domani lo staff di Pangea-Niente Troppo sarà a Largo di Torre Argentina con uno stand per informare i cittadini sulla nuova campagna, distribuire actionkit e fare fotografie ai cittadini che vogliono “metterci la faccia” per dire basta alla finanziarizzazione dell’economia e per tornare invece ad un’economia reale, tangibile, fatta dalle persone per le persone. 

Sempre domani mattina offriremo colazioni a tutti i passanti nella Bottega di Via di Ripetta 262.

Potrete seguire la diretta degli eventi proprio su questo blog o seguendoci sulla pagina facebook.com/pangeanientetroppo.

Vi aspettiamo numerosi

Rassegna Stampa

Nelle ultime settimane sono molti i giornalisti, blogger, siti specializzati in eventi ad essersi interessati al Festival del Mediterraneo.

Segnale che il Commercio Equo e Solidale attira l’interesse e che le tematiche affrontate sono care a moltissime persone. Di seguito trovate solo alcune pagine della rassegna stampa legate al Festival del Mediterraneo, di cui ricordiamo gli appuntamenti.

Sabato 12 Maggio dalle 19,30 – Centrale Ritotheatre – via Celsa 6 – aperitivo a buffet – spettacoli di danza del ventre, flamenco, sirtaki – concerto di Eugenio Bennato Trio – DjSet – ingresso 10,00€ – no prenotazioni

Giovedì 17 Maggio alle 21,00 – Teatro Aurelio – largo San Pio V – Spettacolo “Che bio ce la mandi buona” – di e con Diego Parassole – ingresso a sottoscrizione

Venerdì 25 Maggio – Brancaleone – via Levanna 11 – Mostra fotografica “Profondamente Marocco” – Concerto degli Otto Ohm – ingresso 8,00€

FunWeek, EuropAfrica, Fuori le Mura, Missionline, Eco in Città, EthicalWay, Info of Rome, Roma Multietnica, Viaggiatore Web, Roma Intercultura, Roma Notizie, 2Night, Spettacoliamo, Special Weekend, Lazio Eventi e tanti altri…

Ringraziamo anche Radio Popolare Roma, Radio Meridiano12, Radio Vasco, Ram Power, Redattore Sociale, Altreconomia, Babel tv, Social Radio.

Tutte le informazioni su http://www.commercioequo.org – 0644290815 – pangea.comunicazione@commercioequo.org

IO.EQUO, al via la nuova campagna di Altromercato

Parte il 12 maggio in 100 piazze italiane IO.EQUO la nuova campagna d’informazione contro la crisi e per un’economia a misura d’uomo.

Image

Quest’anno, in occasione del World Fair Trade Day, parte IO.EQUO la nuova campagna di Altromercato.
L’obiettivo è quello di far conoscere il modello economico del commercio equo e solidale, basato sulla sostenibilità non solo economica, ma anche sociale e ambientale, come monito a ripensare il sistema vigente oggi più che mai in profonda crisi. 
La campagna, prenderà ufficialmente il via il 12 maggio alle 17 ad EQUA, la Fiera del commercio equo a Genova presso il Porto Antico, con “Seminiamo un’altra economia”, semina collettiva con Neri Marcoré. Seguirà un fitto calendario di iniziative nel mese di maggio, con la presenza in 100 piazze italiane con stand informativi e la distribuzione degli Action Kit IO.EQUO.

IO.EQUO, una nuova e importante iniziativa per interrogarsi costruttivamente sulla crisi e approfondire l’esperienza di chi sta percorrendo strade nuove, verso un’economia “giusta” perché a tutela degli interessi di tutti: lavoratori, consumatori e ambiente.

La campagna IO.EQUO di Altromercato è sostenuta da Ctm Agrofair, Altreconomia, Slow Food Italia, AIAB, Libera Terra, Federconsumatori e Gruppo cooperativo Goel.

Tutte le info: http://www.ioequo.it

Progetto FRAME – Fair and Responsible Action in the MEditerranean

Il Festival del Mediterraneo è la parte conclusiva di un progetto europeo. Oggi ve lo presentiamo. 

Obiettivo: migliorare le condizioni di vita dei contadini e degli artigiani marginalizzati che vivono nei Paesi partner del Mediterraneo, attraverso una maggiore consapevolezza dei cittadini europei sul processo di Barcellona, sul Commercio Equo e Solidale, sul Turismo Responsabile, sul consumo consapevole e sugli scambi culturali come strumenti concreti per la promozione della Strategia Mediterranea di Sviluppo Sostenibile.

FRAME – Fair and Responsible Actions in Mediterranean – è un progetto triennale di educazione allo sviluppo, co-finanziato dalla Commissione Europea – EuropeAid. 

FRAME si rivolge a diversi soggetti:

Cittadini e consumatori europei: perché ciascuno con i gesti quotidiani può incidere concretamente nelle condizioni di vita e di lavoro delle persone che vivono nella sponda sud del Mediterraneo Giovani e studenti: in quanto cittadini di domani, dalle cui decisioni quindi dipenderà il futuro dell’Unione Europea

Volontari e attivisti: attori centrali del progetto, perché grazie al loro lavoro e alla loro passione riescono ad informare e coinvolgere un crescente numero di persone sul ruolo del Commercio Equo e del Turismo Responsabile

InformaGiovani: in quanto uffici a cui si rivolgono un gran numero di giovani e che tradizionalmente promuovono l’importanza degli scambi culturali e altre attività d’interesse giovanile

Enti locali e altre istituzioni politiche: per il loro ruolo cruciale nell’accrescere la consapevolezza dei loro cittadini con il buon esempio

Policy maker a livello europeo: per la loro capacità di mettere in agenda e discutere questioni che inevitabilmente dovranno essere affrontate anche a livello nazionale e locale

Media: per la loro possibilità di mobilitare l’opinione pubblica

Image

Il progetto

Per un europeo, il Sud del mondo più prossimo è proprio la sponda meridionale del Mediteranneo, di cui spesso si conosce poco, sia in termini di condizione generale della regione, sia rispetto alle alternative concrete, come quelle del Commercio Equo e Solidale e del Turismo Responsabile.

All’origine del progetto FRAME vi è proprio il cosiddetto “processo di Barcellona”, ovvero quel processo che, lanciato dalla Conferenza Euro-Mediterranea dei Ministri degli Esteri dell’Unione Europea. Obiettivo nel 1995, ci porta a parlare, nel 2010 di spazio euro-mediterraneo di libero scambio (EMFTA – Euro-Mediterranean Free Trade Area).

Oltre all’EMFTA, il processo di Barcellona, mirava ache a raggiungere uno sviluppo sostenibile nella regione. In tale contesto, la liberalizzazione del commercio non era considerata come un fine in sé, ma piuttosto come uno strumento essenziale per contribuire, appunto, allo sviluppo sostenibile. E’ per questo che l’impegno degli attori coinvolti nel processo di Barcellona era quello di valutare le decisioni commerciali anche in termini di impatto sull’ambiente e sui loro effetti economici e sociali. 

All’interno di questa cornice, FRAME vuole contribuire a costruire un Mediterraneo veramente sostenibile, dal punto di vista economico, umano, ambientale e culturale. E’ importante, perciò, sensibilizzare i cittadini europei sui potenziali effetti positivi del processo di Barcellona, ma anche far luce sui punti di debolezza, in particolare per le comunità marginalizzate e più povere dell’area euro-mediterranea.

In generale, quindi, FRAME punta a migliorare le condizioni di vita e di lavoro dei contadini e degli artigiani coinvolti nel circuito del Commercio Equo e Solidale e del Turismo Responsabile, attraverso attività di informazione, educazione e sensibilizzazione sul processo di Barcellona e del ruolo che Commercio Equo e Solidale, Turismo Responsabile, consumo consapevole e scambi interculturali possono avere, come strumenti concreti ed efficaci per promuovere e raggiungere l’ambizioso obiettivo condiviso dall’Unione Europea di una strategia euro-mediterranea di sviluppo sostenibile.

Partner e organizzazioni coinvolte

Organizzazione capofila: Consorzio Ctm altromercato

Partner:

Pangea-Niente Troppo (Italia) http://www.commercioequo.org

Viaggi e Miraggi (Italia) http://www.viaggiemiraggi.org

Koperattiva Kummerc Gust (Malta) http://www.l-arka.org

Fair Trade Hellas (Grecia) http://www.fairtrade.gr

Equação (Portogallo) http://www.equacao.comercio-justo.org

Humanitas (Slovenia) http://www.humanitas.si/en/fair_trade.php

Ideas (Spagna) http://www.ideas.coop